Finanziamenti e bandi

Bando Piattaforma Tecnologica "FABBRICA INTELLIGENTE”

Scadenza: 25 gennaio 2016

POR FESR 2014–2020 - ACCORDO DI PROGRAMMA MIUR-REGIONE PIEMONTE - AZIONE 3 - “FABBRICA INTELLIGENTE”

La Regione Piemonte ha pubblicato il bando per lo sviluppo di tecnologie innovative applicabili alla “Fabbrica intelligente del futuro”. Il bando ha una dotazione di 39,2 milioni di euro ed è rivolto al finanziamento di progetti di ricerca industriale e/o progetti di sviluppo sperimentale da realizzarsi nella Regione Piemonte. Torino Wireless supporta le aziende piemontesi nel rispondere al bando.

Il supporto di Torino Wireless

La Fondazione Torino Wireless supporta gli aderenti al Polo di Innovazione ICT nel rispondere al bando, fornendo i seguenti servizi di supporto:

  • Ammissibilità: supporto nella verifica dei requisiti di ammissibilità al bando
  • Help Desk interpretativo tecnico e procedurale: verifica della rispondenza del progetto ai temi del bando e ai criteri di valutazione
  • Identificazione competenze e ricerca partner: aiuto nell'identificare tutte le competenze necessarie alla buona riuscita del progetto

Sei una PMI? Partecipa al bando con il nostro supporto

Torino Wireless facilita l'ingresso delle PMI nei consorzi che si stanno formando a guida delle grandi imprese del territorio.

Le PMI sono invitate a manifestare il loro interesse, qualificandosi rispetto alle competenze rilevanti per il bando, all'interesse industriale e alla sostenibilità economico-finanziaria.

Per consentire al team del Polo ICT di candidare le competenze delle imprese al consorzio più adatto compila il modulo:  [#pdf:6890] 

Il modulo deve essere inviato a info@poloinnovazioneict.org.

 

IL BANDO

[#pdf:6889]

Finalità

Sviluppo di tecnologie innovative applicabili alla “Fabbrica intelligente del futuro”, il paradigma che consentirà alle economie avanzate di competere globalmente nel settore industriale manifatturiero.

Il bando è rivolto al finanziamento di progetti di ricerca industriale e/o progetti di sviluppo sperimentale con i seguenti obiettivi prioritari:

  • sostenere la ricerca industriale e l'innovazione nelle tecnologie che abilitano e diffondono la fabbrica intelligente del futuro;
  • favorire la collaborazione tra imprese e il sistema della ricerca per l'elaborazione di progetti che rispondano alle esigenze di innovazione e competitività nelle tecnologie della fabbrica intelligente;
  • agevolare lo scambio di conoscenze e competenze tra imprese e tra imprese e organismi di ricerca, incentivando la creazione di aggregazioni;
  • favorire le ricadute sul territorio in termini di impatto sull'occupazione e sulla competitività del sistema produttivo piemontese;
  • incentivare la formazione di nuovi ricercatori industriali nel campo della fabbrica intelligente, attraverso la sperimentazione di progetti di Alto Apprendistato di alta formazione e ricerca.

Beneficiari e ambito territoriale

L'iniziativa è rivolta a raggruppamenti di PMI, grandi imprese e organismi di ricerca, che sul territorio piemontese, intendano sviluppare in forma progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale sul tema Fabbrica intelligente. Considerato il carattere multidisciplinare e multisettoriale degli ambiti che caratterizzano i temi della Fabbrica Intelligente, al Bando potranno partecipare imprese e soggetti di qualsiasi settore merceologico purché, in corso di verifica dei contenuti delle proposte progettuali, i singoli apporti risultino strettamente coerenti con le finalità e gli obiettivi della Piattaforma Tecnologica.

Le singole imprese e gli organismi di ricerca privati non potranno presentare domande d'aiuto per più di due progetti.

La partecipazione di PMI è considerata significativa quando le stesse sostengono cumulativamente almeno il 30% dei costi complessivi ammissibili per la realizzazione della proposta progettuale.

Gli organismi di ricerca devono sostenere cumulativamente almeno il 15% ma non più del 30% dei costi complessivi ammissibili per la realizzazione di ciascun progetto.

Scadenza e modalità di presentazione  

Il dossier di candidatura (preprogetto) deve essere inviato via PEC a universita.ricercainnovazione@cert.regione.piemonte.it entro e non oltre le ore 16:00 del 25/01/2016, e confermato entro 5 giorni lavorativi mediante trasmissione cartacea della documentazione.

Macro temi scientifici e tecnologici

  • Processi di produzione, sistemi meccatronici e robotici per il manifatturiero avanzato
  • Soluzioni ICT quali tecnologie abilitanti per la fabbrica del futuro
  • Produzione e impiego di materiali innovativi nel settore manifatturiero
  • Tecnologie, strategie, metodi e gestione della manifatturiera avanzata
  • Aspetti trasversali: integrazione con aspetti afferenti l'area delle scienze economiche/umanistiche/sociali

Per la realizzazione dei progetti, i beneficiari potranno avvalersi delle funzionalità rese disponibili da tale piattaforma tecnologica, Smart Data Platform (www.smartdatanet.it), in grado di abilitare modelli di cooperazione aperti, non discriminatori e anticipatori di dinamiche di libero mercato.

Dotazione finanziaria

Il presente bando dispone di una dotazione finanziaria di € 39.200.000,00 da destinare programmaticamente per:

  • € 22.600.000 da utilizzarsi a titolo di fondo perduto, a favore dei partenariati
  • € 14.600.000 da utilizzarsi a titolo di credito agevolato, a favore dei partenariati
  • € 2.000.000 nell'ambito delle attività formative dell'apprendistato di alta formazione e ricerca, da utilizzarsi dagli atenei piemontesi a titolo di fondo perduto

Limiti dimensionali dei progetti

  • Dimensione minima dei progetti (in termini di investimento totale) > 5.000.000
  • Ammontare totale dell'agevolazione (pubblica) per singolo progetto < 10.000.000
  • Ammontare dell'agevolazione (pubblica) per singolo soggetto < 5.000.000

Valutazione della domanda

Il procedimento di selezione si articola in due fasi:

  1. Una prima fase in cui i soggetti interessati devono presentare, nell'ambito del dossier di candidatura, il “preprogetto” (o progetto preliminare) contenente gli elementi come riportati nei vari modelli della relativa fase. Tale dossier di candidatura sarà valutato (previa verifica dei requisiti di ricevibilità della proposta, dei requisiti soggettivi in capo al soggetto che richiede il finanziamento e della sussistenza delle altre condizioni fissate dal bando) da un nucleo di valutazione composto da rappresentanti della Regione Piemonte, un rappresentante di Finpiemonte e almeno tre esperti (valutatori indipendenti) competenti per l'area scientifico-tecnologica coinvolta.

  2. Una seconda fase in cui i soggetti che hanno superato la prima fase, sono invitati (eventualmente con prescrizioni), a presentare, entro 60 giorni, il progetto definitivo (o progetto di dettaglio).

Modalità e tempistiche di rendicontazione

Le spese effettivamente sostenute per realizzare il progetto devono essere obbligatoriamente presentate mediante rendicontazione a stato di avanzamento e finale di spesa.

Il beneficiario può scegliere tra due modalità di rendicontazione:

  1. Metodo tradizionale con invio telematico della dichiarazione di spesa ed invio cartaceo della stessa firmata in originale e copia di tutti i documenti rendicontati telematicamente;
  2. Metodo dematerializzato con upload di tutti i documenti inerenti le spese effettivamente sostenute dal beneficiario (come ad esempio fatture quietanzate o documentazione probatoria equivalente) e invio telematico della dichiarazione di spesa.

Riferimenti

Il bando e tutta la relativa modulistica è pubblicato sul sito della Regione Piemonte al seguente indirizzo:

https://www.regione.piemonte.it/bandipiemonte/appl/dettaglio_bando_front.php?id_bando=457  

 

 

[#pdf:6889]