Torna alla versione grafica

Accesso rapido:

AEQUA

Artistic Environment QUestion Answering

Obiettivi chiudi

Valutare la fattibilità di una piattaforma tecnologica che consenta alle istituzioni museali di migliorare l’esperienza dei visitatori, offrendo servizi interattivi di edutainment che sfruttino l’integrazione delle tecnologie wireless e dei dispositivi mobili.

Descrizione chiudi

Il team ha condotto un’indagine di campo con le istituzioni museali che rappresentano le best practices a livello europeo ed internazionale, come il Vittoria & Albert Museum di Londra , il Museo dell’Immigrazione di Parigi, il Walker Art Center di Minneapolis, e a livello locale la Fondazione Torino Musei.

Sono emersi i principali bisogni ai quali la tecnologia ICT ' chiamata a rispondere: fidelizzare il pubblico che già visita i musei, conoscere i comportamenti del pubblico, aumentare il coinvolgimento e offrire servizi integrati e modalità di conoscenza innovative.

Lo studio si ' concentrato sulla fase di visita e in particolare su soluzioni di realtà aumentata e sull’adozione di terminalistica per una fruizione dei contenuti che arricchisse l’esperienza di visita.

In fase di indagine si sono inoltre identificati tre principali target su cui focalizzare lo studio: teens ( 14-19 anni), bambini (8- 14 anni) e disabili. La mappatura dei fabbisogni rispetto ai 3 target e rispetto ai diversi momenti della user experience (pre-visita, visita, post-visita) ha consentito di focalizzare lo studio di fattibilità sulla messa a punto di due tipi di soluzioni tecnologiche entrambe a supporto della fase di visita disponibili in forma di dimostrativo:

  • una soluzione per la semplificazione della realtà museale per utenti con disabilità cognitive (attraverso device di proprietà dell’utente o messi a disposizione all’interno del museo)
  • un’applicazione di realtà aumentata per device di tipo tablet PC e smart phone per teen-agers basata su moderne tecnologie cross-device per ambienti outdoor (musei diffusi, ecc.)
  • il sistema multimediale IMSEK che permette di fruire una visita guidata personale all’interno di un’area espositiva per un’utenza pi' allargata (presentato a DNA Italia nel 2010)
Il know-how acquisito ' servito a costruire e consolidare un rapporto di collaborazione con alcune realtà museali del territorio finalizzate alla messa a punto di progetti di ricerca e sviluppo per i quali si ' in fase di project funding.




Gallery chiudi

Last tweets